domenica 22 marzo 2015

Scarpe a tacco alto, quando la tentazione di apparire più femminili fa male alla salute



'E ormai scientificamente e statisticamente provato che l' uso quotidiano e prolungato di scarpe a tacco alto, che siano decolté, stivali o plateau, può provocare danni agli arti inferiori e alla schiena.
Più il tacco è alto, più si inclina il corpo in avanti e quindi più si deve appoggiarsi indietro, costringendo il corpo ad assumere una posizione anormale per mantenere l' equilibrio.

Questo può causare la compressione della colonna vertebrale e anche una maggiore usura delle articolazioni e dei tessuti molli.  La patologia più famosa, anche perché causa un dismorfismo molto evidente, è l' alluce valgo, una deformazione dell' alluce che devia verso l' esterno rivolgendo la falange verso le altre dita. 



Questa patologia è molto difficile  da curare se non chirurgicamente. Il tacco a spillo è la condizione più dannosa, dato che, a causa della riduzione dell'ampiezza del tacco, il piede si ritrova costretto ad adattarsi anatomicamente per evitare di perdere l' equilibrio dovuto al rialzo della base d'appoggio calcaneare. Oltre all' alluce, si possono provocare danni e dismorfismi anche a livello dell' articolazione del ginocchio, alterazioni posturali che diventano permanenti e naturalmente dolore. 




Qualcosa che spesso non si fa notare è che il tacco alto contribuisce alla formazione della tanto odiata cellulite, perché comprimendo il piede, peggiora la circolazione del sangue.






Come prevenire il problema?

Certamente il consiglio migliore per evitare questi problemi è di indossare le scarpe a tacco alto solo nelle occasioni speciali. Ecco però anche alcuni consigli, se evitarle non è proprio possibile, ad es. per esigenze lavorative o se si desidera a tutti i costi guadagnare qualche centimetro in più :

1. il tacco fino a 4 cm è un' ottima, comoda e soprattutto innocua alternativa ad un tacco 10 cm





2. indossare scarpe con sottopiedi imbottiti, meglio ancora se di cuoio


3. indossare scarpe con tacchi più spessi o zeppa per un migliore sostegno ed equilibrio


4. cercare le scarpe più comode e che calzano nel modo migliore possibile. Non è assolutamente vero che le scarpe griffate o costose saranno per forza anche più comode o di migliore qualità per la salute dei piedi.


5. preferire di indossare le open-toes che comprimono molto meno le dita e non causano calosità


6. ripetere più volte nella giornata esercizi di stretching per i piedi, le gambe e il dorso inferiore. Praticare lo yoga aiuta molto a ritrovare e mantenere la postura corretta del corpo.


Per esperienza personale consiglio un tacco alto 8 cm. Abbastanza "basso" da non maltrattare troppo i piedi come un tacco a 10-12 cm, molto più comodo da camminare e abbastanza alto da considerarsi una scarpa a tacco medio-alto.



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...